1984

E' l'anno del distacco da Paolo Cuttini che deve lasciare il coro per pressanti impegni professionali. Si trova la soluzione in casa con Paolo Percivaldi che da corista diventa direttore. Sulla scorta dei 12 anni di lavoro di Cuttini e con l'entusiasmo del nuovo giovane maestro il coro raccoglie consensi a Varzo, al Rosetum di Milano, a Castel del Piano (GR), Saronno, Marostica, Belluno e con due trasferte nella vicina Svizzera: al Palacongressi di Lugano ed a Claro. Registra uno special alla R.T.S.I. L'annuale rassegna vede ospite Maria Carta.

1985

Pochi concerti ed una attenta revisione critica sul ruolo del coro nel mondo della coralità di ispirazione popolare. A fine anno, dopo il tradizionale concerto di Natale nella locale chiesa di S. Pietro, Paolo Percivaldi conclude la sua esperienza con il Coro Tre Cime.

1986

Con il consiglio e l'aiuto di eminenti figure carismatiche proprie del mondo della coralità italiana arriva alla direzione del coro Luca Perreca, 25enne milanese, musicista, cantore e già direttore di coro. Si pone subito in evidenza: in poco tempo assorbe il repertorio già collaudato e pone le basi per una coralità più incisiva. Dirige il Coro Tre Cime al S. Fedele di Milano, ad Avio (TN), al Regio di Parma ed al Nuovo nel corso della 18° Rassegna abbiatense.

1987

Luca Perreca orienta il coro verso le nuove dimensioni del cantare e lo avvicina alla musica d'autore. Concerti e Rassegne a Bordighera, Saronno, Carrara, Fidenza, Castelnuovo Monti (RE), Cles (TN). Favorevoli recensioni sul Coro Tre Cime apparse su importanti quotidiani quali l'Adige e l'Alto Adige.

1988

Per il secondo anno il coro si fa promotore di una rassegna corale nella splendida cornice della Abbazia Cistercense di Morimondo: si apre così un nuovo importante spazio culturale per la coralità. Luca Perreca inserisce canti d'autore nel repertorio (Kodaly, Brahms, Ravel) e dirige il coro ad Arbedo (Canton Ticino), Vigevano, Magenta, Laives (BZ). Di rilievo il Concerto di Natale a Milano nella basilica di S. Eustorgio.

1989

Trentacinque anni di attività con diploma e medaglia d'oro della provincia di Milano per "l'opera di diffusione della cultura e l'incessante attività concertistica". Concerti e rassegne a Reggio Emilia, Mirano (VE), Verbania, Milano e di nuovo al Palacongressi di Lugano. Esce il secondo L.P. "Echi della tradizione 2"; contiene i canti più significativi dell'ultimo decennio di attività. Seguendo l'evoluzione del repertorio, si cambiano anche distintivo e nome, che diviene COROTRECIME CITTA' DI ABBIATEGRASSO.

1990

Per rispondere alle numerose richieste provenienti da Enti ed Associazioni il coro è presente in una lunga serie di concerti e rassegne ad Abbiategrasso e località limitrofe. C'è il riscontro nel pubblico numeroso e partecipe e nella stampa locale e nazionale.

1991

Si studia e si lavora intensamente per partecipare ai concorsi di canto corale: bene a quelli internazionali di Montreux (Bien), Stresa (2°), a quello della Provincia di Milano (2°), meno bene a quello di Ivrea: non sempre son rose e fiori. Di rilievo la rassegna di Aosta nella suggestiva cornice del Teatro Romano.

1992

Si inizia con il Concerto di Capodanno al Palalido di Milano e poi in rassegna a Morbegno. Quindi tournèe in Piemonte con concerti e rassegne a Quincinetto, Agliè e Tollegno. L'annuale Rassegna canti popolari ospita al Nuovo Fausto Cigliano e Mario Gangi con il loro "Napoli Concerto". Ed è un grosso successo di critica e di pubblico, quindi la conferma della bontà di una proposta che "incontra" la gente.

1993

Inizio di stagione con la partecipazione alle importanti rassegne di Valdobbiadene, Varallo Sesia e S. Bonifacio di Verona. La Rassegna abbiatense compie 25 anni e fa scuola in campo nazionale. L'anno si chiude all'insegna della solidarietà: il coro è interprete e attivo interlocutore in una lunga serie di concerti natalizi a favore di organismi umanitari.

Affiliato

Affiliato USCI MilanoUSCI
Unione Società Corali Italiane
Delegazione Milano

Cerca

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy